Berlusconi e le escort, Nadia su Facebook: “Non mi faccio intimidire, combatterò fino alla fine”

Pubblicato il 5 Novembre 2010 16:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2010 16:32

”Non mi preoccupo di quello che mi succederà, io vado avanti, combatterò fino alla fine!’. Nadia Macrì, l’escort reggiana che ha riferito di aver avuto incontri intimi a pagamento con il premier Silvio Berlusconi, continua a centellinare il proprio pensiero su Facebook. Dopo aver annullato, d’intesa con i propri legali Domenico Noris Bucchi ed Enrico Della Capanna, la conferenza stampa programmata ieri pomeriggio in un albergo di Reggio Emilia (”il divieto discende dalla secretazione degli atti di indagini”, hanno poi spiegato gli avvocati), la giovane ha ripreso a ‘postare’ messaggi sulla sua pagina del social network.

Gli amici calano un po’ (63 nel primo pomeriggio, erano circa una settantina tre giorni fa), ma la bacheca è pubblica e quindi tutti possono liberamente conoscere il suo ‘pensiero’. Così Nadia ribadisce ancora quanto aveva scritto ieri, utilizzando l’immagine di gatto Silvestro: ”Dirò sempre ciò che sento… e farò sempre ciò che penso…”, accompagnata da un secco commento: ”Decisa!”. E ancora: ”L’onestà e la verità devono trionfare”, ”Non mi farò intimidire dall’ ipocrisia”, ”I cattivi non vinceranno con i buoni”. ”Chi approfitta di chi ha bisogno è più sporco di uno spazzacamino”, scrive ancora su Fb.”Smascheriamo l’ipocrisia del potere!”. Poi, un appello-confidenza: ”Voi tutti amici giovani siete la mia condivisione spirituale e umana”.

E’ stata invece vana per giornalisti e fotografi, la scorsa notte, l’attesa di Nadia Macrì al circolo Panther di Cittanova di Modena. Si pensava che la giovane potesse recarsi nel locale – che proprio ieri sera apriva i battenti – per lavorare come ballerina, ma ha preferito non comparire. I gestori del Panther avevano anche preparato la sua tessera, necessaria per frequentare il circolo. Ma forse proprio per evitare la stampa non ha raggiunto Modena, dopo essere stata peraltro vista lasciare la propria abitazione a Reggio nella prima serata.