Berlusconi: “Se arrivasse sentenza Strasburgo io a Palazzo Chigi. E Salvini agli Interni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 gennaio 2018 13:32 | Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2018 13:32
berlusconi-strasburgo

Berlusconi: “Se arrivasse sentenza Strasburgo io a Palazzo Chigi. E Salvini agli Interni”

ROMA – Berlusconi: “Se arrivasse sentenza Strasburgo io a Palazzo Chigi. E Salvini agli Interni”. “Se arrivasse da Strasburgo una sentenza che cassi la decisione del Senato non potrei tirarmi indietro e andrei a palazzo Chigi. E’ poco probabile però perché conosco i tempi di Strasburgo”.

Lo afferma Silvio Berlusconi a L’aria che tira su La7. “Se io andassi a palazzo Chigi penso che Salvini possa scegliere e lui essendo un centravanti di sfondamento potrebbe andare al ministero dell’Interno”, ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio.

“Mi sono sempre stancato della politica che non mi piace e non mi è mai piaciuta ma ho sempre sentito in me il dovere di essere in campo perché il nostro Paese nel 94 non finisse nella mani dei comunisti e ora nelle mani di una setta pericolosa che si chiama M5s. Distruggerebbe il Paese e massacrerebbe il ceto medio”.

“Nel 2008 sono stato tradito da alleati sleali. Oggi è diverso, Salvini è molto concreto e la Meloni per anni è stata con me al governo. Abbiamo un programma comune che firmeremo oggi o nei prossimi giorni. Se io non sarò al governo ci sarà un premier capace di dirimere i contrasti. Io ho anche un nome nel cassetto. Nel 2011 non me ne sono andato per i conti pubblici ma per un colpo di Stato ordito dall’allora presidenza della Repubblica e alcuni leader europei. Ci hanno fatto una trappola”.