Berlusconi: “Ho fatto tanto per voi precari”

Pubblicato il 17 Giugno 2011 18:24 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2011 21:46

ROMA – ”Nonostante la grave crisi economica , abbiamo fatto il possibile per andare incontro ai desideri di milioni di ragazzi e di ragazze, che aspirano ad avere un lavoro soddisfacente e apoter avere una famiglia e una casa”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con Francesco Nucara a Cosenza per il conferimento di borse di studio a giovani calabresi da parte della Fondazione Jhon Motta.

”Sappiamo – ha proseguito – che migliorando l’accesso a una formazione di qualita’ e a un lavoro che possa premiare il merito, l’accesso al credito ed il diritto alla casa, si possono realizzare quelle condizioni di vita che permettano ai nostri ragazzi di essere autonomi e indipendenti prima dei 30 anni”.

”Abbiamo realizzato riforme dedicate ai giovani, come quelle della scuola e dell’Universita’ – ha proseguito Berlusconi -. nella scuola abbiamo cercato di cambiare la bassa qualita’ dell’insegnamento e lo scarso rapporto collegamento dell’istruzione dei giovani con mondo delle imprese e del lavoro. Abbiamo cercato di portare nella scuola la rivoluzione del merito, dando a tutti le stesse opportunita’ di partenza, e abbiamo investito nella formazione per far emergere le eccellenze”.

Il premier ha poi ricordato misure come piano casa, sostegno ai precari, prestiti d’onore. ”Dico sempre ai giovani di rischiare e di mettersi in gioco e di fare impresa – ha concluso il premier – e alla Fondazione americana Jhon Motta, che ha deciso di puntare sui giovani della regione dove era nato il fondatore, va il mio plauso e quello del governo. Spero che i giovani possano profittare di qualcosa che e’ derivato da una vita di sacrifici e di lavoro che mi sono molto commosso a leggere”.