“Accorciamo i tempi di prescrizione agli incensurati”: il Pdl vuole aiutare Berlusconi?

Pubblicato il 28 Febbraio 2011 12:56 | Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2011 13:14

ROMA – Il Pdl vuole accorciare i tempi per la prescrizione degli incensurati, cioè quegli imputati che non hanno condanne precedenti. Secondo quanto ha scritto Dino Martirano sul Corriere della Sera, sarebbe questa la mossa pensata dalla maggioranza per mettere Silvio Berlusconi al riparo dai processi che lo vedono imputato (Mediaset, Mediatrade, Mills e Ruby).

Oltre alla riforma della giustizia, potrebbe dunque essere varata, spiega Martirano, una cosiddetta “Cirielli bis”(la legge che agevolava la prescrizione, grazie alla diminuzione dei termini necessari per dichiarare prescritto un imputato). L’obiettivo del Pdl sarebbe quindi la modifica dell’articolo 157 del Codice penale con un ddl di “rimodulazione dei tempi di prescrizione”.

Si tratta solo di una delle  mosse sulla giustizia che il Pdl potrebbe fare nei prossimi mesi: in cantiere ci sono anche il disegno di legge sul processo breve, la già annunciata riforma della giustizia e il ddl intercettazioni. Ecco, nel dettaglio, i prossimi appuntamenti parlamentari sulla giustizia.

La legge sugli incensurati

La maggioranza pensa di votare magari prima di Pasqua una legge che favorisca gli incensurati tagliando nel loro caso i tempi della prescrizione dei reati

Il processo breve

Dal 28 marzo alla Camera arriva il ddl sul processo breve che potrebbe portare in prescrizione i vecchi processi in cui è imputato il premier

La riforma di Alfano

L’1 marzo la consulta giustizia del Pdl ascolta il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che illustrerà le riforme costituzionali: entro domani sarà decisa la data del Consiglio dei ministri straordinario per varare la riforma

Le carriere e il Csm

Tra i temi proposti nella riforma della giustizia c’è la separazione delle carriere tra giudici e pm e quindi lo sdoppiamento del Consiglio superiore della magistratura

Il ddl intercettazioni

Verrà ripreso il ddl intercettazioni fermo da mesi in aula alla Camera: o si torna al testo del Senato o si cercherà una mediazione con i nodi posti da Giorgio Napolitano

  • Lunedì 28 Febbraio, 2011
  • CORRIERE DELLA SERA
  • © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le carriere e il Csm