Berlusconi-Vendola: “Sapeva delle tangenti in Puglia”, “Lui esperto di escort”

Pubblicato il 25 marzo 2010 15:27 | Ultimo aggiornamento: 25 marzo 2010 15:39

Se Vendola non sapeva allora “è uno sprovveduto”: lo ha detto a proposito delle vicende giudiziarie sulla gestione della sanità in Puglia il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in un’intervista trasmessa oggi dall’emittente televisiva Telenorba. «Penso – ha detto Berlusconi – che queste ultime vicende inducano a delle valutazioni anche per il tempo, i magistrati hanno applicato diverse valutazioni proprio a chi hanno chiamato in causa. Per esempio, per quanto mi riguarda, i processi che sono stati portati a me sono stati poi tutti processi che, si è visto, sono fondati sul nulla. E io non ho avuto nessuna condanna. Ho avuto soltanto delle assoluzioni».

«E Vendola – ha proseguito il premier – era responsabile di una giunta di quattordici assessori, di cui cinque poi si sono dovuti dimettere. E uno di questi, che si è dovuto dimettere, era addirittura, mi sembra, il vicesegretario del partito democratico. C’è poi la storia di Frisullo che addirittura era vice presidente, quindi il principale collaboratore di Vendola».

Pronta la replica di Nichi Vendola: «Devo dirvi la verità: io non sapevo che Frisullo usava le stesse escort del presidente del Consiglio. Dichiaro di essere uno sprovveduto e un ingenuo perché non ho competenza in questo settore in cui Berlusconi è uno specialista. Berlusconi – ha concluso – ha ancora nel governo un ministro iper-indagato e iper-inquisito, Raffaele Fitto, che continua a fare danni alla Puglia e ai pugliesi a ritmo accelerato».