Pdl: Berlusconi convoca i suoi a palazzo Grazioli, Bossi insiste: “Fini lasci”

Pubblicato il 7 Settembre 2010 14:53 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2010 15:38

Silvio Berlusconi

Nelle prime ore del pomeriggio il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha convocato nella sua residenza-studio romana di palazzo Grazioli un vertice del Pdl per analizzare il momento politico a due giorni dal discorso di Fini a Mirabello e all’indomani dell’incontro, lunedì sera ad Arcore, con i vertici della Lega.

All’incontro a palazzo Grazioli partecipano i ministri Franco Frattini, Sandro Bondi, Ignazio La Russa, Angelino Alfano, Altero Matteoli ed Elio Vito, i sottosegretari alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta e Paolo Bonaiuti, il coordinatore nazionale del partito, Denis Verdini, i capigruppo al Senato e alla Camera, Maurizio Gasparri e Fabrizio Cicchitto, e il vicepresidente dei senatori, Gaetano Quagliariello.

Bossi insiste: andremo da Napolitano a chiedere le dimissioni di Fini. Umberto Bossi, intanto,  continua a insistere e ribadisce: chiederemo un incontro a Napolitano per chiedere le dimissioni di Gianfranco Fini. ”Sì, chiederemo l’incontro al presidente della Repubblica”, afferma il Senatur conversando con l’Ansa a Montecitorio. Sul momento per andarci, Bossi dice: “Aspetta, bisogna prima vedere quando siamo liberi io e Berlusconi. C’è un giro di telefonate”.

Il Senatur torna anche a spingere sull’acceleratore delle elezioni anticipate. ”Meglio andare subito al voto – dice – Stare nel pantano non sta bene. In questi giorni sapremo cosa fare dopo aver incontrato il presidente Napolitano”. Bossi apre anche alla possibilità di presentarsi nelle regioni meridionali. “In caso di voto anticipato la Lega si presenterà anche al Sud?”, chiedono i cronisti, e lui risponde: ”Non abbiamo deciso nulla. Tutto può essere”.