Politica Italia

Bersani: “Governo senza guida, sì alla transizione, no ai film già visti”

Pier Luigi Bersani

In questo momento non esiste ”un esecutivo credibile”. Cosi’ il segretario del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, intervistato da La Repubblica vede il governo che non ha una ”guida vera” e si dice disponibile ad entrare in gioco, nella cosiddetta fase di transizione.

”Un governo forte non perderebbe pezzi per strada – aggiunge Bersani – non avrebbe paura di una discussione sulla situazione economica, non lascerebbe senza presidio un ministero importante come quello dello Sviluppo Economico” e non sarebbe protagonista ”sulle prime pagine dei giornali per questioni di legalità”.

Il segretario del Partito Democratico definisce ”inaccettabile” l’analisi fatta dal ministro Tremonti e sottolinea che, invece, esiste un problema di ”moralità  pubblica e di civismo”. Il partito di Bersani è pronto ”a ragionare per una fase di passaggio” ad una condizione: ”Si deve capire che si va verso un film nuovo”.

E quello di un governo di larghe intese, come quello proposto da Casini, per Bersani, non sarebbe un film nuovo. Il governo di Berlusconi, secondo il segretario del Pd ”non  è abbastanza forte per governare altri tre anni”. Infine, Bersani boccia anche la manovra di Tremonti che ”ha un estremismo negativo, carica tutto il peso sugli investimenti e sui redditi medio-bassi”.

To Top