Bersani: “La Rai faccia indietro tutta, sì ai talk show politici”

Pubblicato il 12 Marzo 2010 17:25 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2010 17:25

«Penso che ora il Consiglio di amministrazione della Rai debba dire “indietro tutta”, che tra l’altro è anche il titolo di una bella trasmissione di Renzo Arbore, e rivedere questo regolamento. Altrimenti facciamo quindici giorni assurdi». Lo ha detto il segretario del Partito democratico Pier Luigi Bersani commentando la sentenza del Tar che ha accolto il ricorso di Sky in relazione alla proibizione di trasmettere talk show politici.

«La sentenza del Tar – ha spiegato Bersani – solleva un fatto: abbiamo le tv cosiddette commerciali che possono garantire il dibattito politico mentre la Rai no. La tv pubblica è nata proprio per garantire la libertà e il dibattito di tutti. Stiamo facendo un mondo alla rovescia».

Poi, Bersani commenta le parole di Renato Brunetta che ha bollato come “tafazzismo” il quadro della situazione italiana delineato in occasione dello sciopero generale dal leader della Cgil Guglielmo Epifani: «Brunetta pensi ai Tafazzi suoi. Se milioni di lavoratori scioperano significa che esiste un problema e questo vale anche per le tantissime famiglie che fanno fatica a sbarcare il lunario, specie quelle che sono sotto gli ammortizzatori sociali. A loro una risposta bisogna dargliela -aggiunge Bersani- e non bastano le battute perché questo governo fa solo battute e in questo modo si crea un solco tra la politica, il governo e la gente».

«Bisogna dare risposte molto serie a problemi molto seri perché questo è un momento serio, delicato. A me risulta che ci sia stata questa mattina una partecipazione molto forte allo sciopero della Cgil, come domani ci sarà una partecipazione molto forte – conclude Bersani – alla nostra manifestazione».