Bersani e “l’errore tecnico” dei tagli alla sanità: “Rischio esodati bis”

Pubblicato il 7 Luglio 2012 12:53 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2012 12:53

ROMA – I tagli alla sanità rischiano di diventare un “esodati-bis”: lo dice il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, commentando la spending review e dicendo che nel decreto ci sono delle “cose da correggere”.

Il timore di Bersani è che, come nel caso degli esodati, anche qui si faccia “più confusione che chiarezza”. Bersani considera un ”errore tecnico” i tagli sula sanità, perché manca la ”sufficiente comprensione” di come funziona il Sistema sanitario nazionale.

”Nel decreto – dice il leader del Pd – ci sono cose buone e le appoggeremo con convinzione. Ci sono anche cose da correggere. Quello che soprattutto non va riguarda il taglio delle risorse agli enti locali, già troppo indeboliti”, oltre alla sanità.

”In particolare – aggiunge – per ciò che riguarda la sanità, l’errore è prima di tutto tecnico. Non c’è sufficiente comprensione di come funzioni nella realtà il servizio sanitario. Si rischia il bis della vicenda ”esodati”: avere cioè più confusione che risparmio”.

5 x 1000

”Siamo pronti a ragionare su altre soluzioni discutendo con il governo e le Regioni e in Parlamento. Ci auguriamo – conclude – che tutte le forze politiche che vogliano impegnarsi costruttivamente su un tema cosi’ delicato e che in particolare il Pdl sia disposto ad occuparsi, oltre che della Rai, anche della salute degli italiani”.