Bettini: "Alleiamoci con Casini e candidiamo lui"

Pubblicato il 31 ottobre 2011 10:45 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2011 10:45

ROMA – Bersani, Vendola e Di Pietro dovrebbero rinunciare a candidarsi alle primarie per lasciare il passo a Casini, in vista di un'alleanza larga che nella prossima legislatura faccia le cose che servono per sollevare l'Italia. E' la proposta che Goffredo Bettini, ex coordinatore del Pd di Veltroni, lancia in un'intervista al Corriere della Sera.

''Bersani, Vendola e Di Pietro non si devono candidare alle primarie'', afferma. ''Non si tratta solo di far compiere un passo indietro ai leader attuali – precisa -: si tratta di incoraggiarli a compiere due passi avanti, per fare, in uno slancio di generosità, la cosa più giusta ora, per vincere, unire e per governare la prossima legislatura''.

A ''certe condizioni'', ovvero ''per una legislatura limitata nelle cose da fare e per percorrere solo un tratto di cammino comune'', Bettini sottolinea che ''se ci fosse un'intesa e se questo fosse decisivo per realizzare l'aggregazione auspicata'' non avrebbe ''pregiudiziali'' di fronte all'idea ''di valutare la disponibilità di una personalità come Casini, un uomo che in tempi non sospetti ha rotto con il berlusconismo, dimostrando coraggio, misura e buonsenso. Una persona perbene che ha svolto egregiamente il ruolo di presidente della Camera. Se spiegato, tutti capirebbero il senso di un compromesso siglato alla luce del sole tra democratici e moderati''.