“Verità per Bibbiano”: lo striscione sul palazzo della Regione Piemonte accanto a quello per Regeni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2019 9:25 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019 9:25
Bibbiano, lo striscione della Regione Piemonte

Lo striscione per Bibbiano esposto alla regione Piemonte (Ansa)

ROMA – Sulla facciata della Regione Piemonte, a Torino, è comparso uno striscione con la scritta “Verità per Bibbiano”. Lo ha srotolato l’assessore alla Sicurezza, il leghista Fabrizio Ricca. “E’ una richiesta di trasparenza, un invito a indagare a fondo e ad accertare tutte le responsabilità – dice in una nota con l’assessore ai Bambini Chiara Caucino -. Ma anche un monito per le istituzioni – compresa la nostra – nel perseguire sempre politiche e prassi che favoriscano i bambini e non li mettano in pericolo”.

Il nuovo striscione affianca quello che chiede ‘Verità per Giulio Regeni’, messo anni fa dalla precedente amministrazione di centrosinistra. “La terribile storia che sembra essere avvenuta a Bibbiano – afferma Ricca con l’assessore ai Bambini, Chiara Caucino – sta sconvolgendo l’opinione pubblica. Se le accuse dei pubblici ministeri in cui si parla di bambini tolti alle famiglie e dati in adozione dopo aver inventato abusi e maltrattamenti da loro mai subiti dovessero essere provate, ci troveremmo davanti a un caso gravissimo, un buco nero di etica pubblica e umana”.

Capogruppo Pd, “la Regione non è la bacheca Lega-Fdi”. “Non vorrei che una sede istituzionale fosse diventata la bacheca di Lega e Fratelli d’Italia”: così il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Domenico Ravetti. “Premesso che tutti vogliamo la verità su quello che è accaduto a Bibbiano, come la vogliamo su tutti i casi aperti sui quali indaga la magistratura, al fianco della quale ci schieriamo – afferma Ravetti – chiedo, e lo chiederò formalmente in aula al presidente Alberto Cirio, chi abbia autorizzato l’esposizione dello striscione”. (fonte Ansa)