Bimbi rom morti nel rogo: la Procura di Roma apre inchiesta dopo la denuncia di Manconi ad Alemanno

Pubblicato il 25 Febbraio 2011 16:21 | Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2011 18:43

ROMA – La procura di Roma ha aperto un fascicolo in merito alla denuncia presentata nei giorni scorsi dal presidente dell’associazione ”A Buon diritto”, Luigi Manconi, in cui accusa di omicidio colposo il sindaco di Roma Gianni Alemanno per la morte di quattro bambini rom avvenuta nelle scorse settimane. L’incartamento è per il momento senza ipotesi di reato e indagati, ed è affidato al procuratore aggiunto Alberto Caperna, alla cui attenzione è giunta anche un’analoga denuncia presentata dal Codacons.

In base a quanto denunciato da Manconi, il sindaco avrebbe omesso lo svolgimento dei suoi doveri, nonostante una comunicazione del comandante dei carabinieri del Lazio del 4 maggio 2010, in cui si informava il gabinetto del sindaco dell’insediamento abusivo e dell’alto rischio di incendio a causa della presenza di fornelli da campeggio e bombole gpl, nonché due lettere, una inviata dalla Polizia municipale il 21 maggio 2010 e l’altra dalla presidente del IX municipio Susi Fantino una settimana dopo, in cui si denunciava la difficile situazione in cui versava l’insediamento.

I magistrati dovranno ora valutare se ci siano state omissioni e se queste abbiano un ”nesso casuale” con la morte dei quattro bambini. In relazione a questa vicenda sono attualmente indagati i genitori per abbandono di minori.