Biotestamento: Della Vedova, deputato Pdl, non vota e scoppiano le polemiche

Pubblicato il 27 Gennaio 2010 16:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2010 16:55

Il deputato Benedetto Della Vedova

Il deputato del Pdl Benedetto Della Vedova non ha potuto votare mercoledì pomeriggio in commissione Affari sociali sul testamento biologico, perché non registrato dal suo capogruppo (prassi normale per chi non è membro della commissione e sostituisce un collega), e subito scoppia la polemica.

“Trovo veramente singolare – ha detto il capogruppo del Pd in commissione, Livia Turco – che proprio nel giorno cruciale in cui si inizia ad affrontare l’articolo 3, dedicato all’alimentazione e idratazione artificiale, Della Vedova, fino ad ora sempre presente, non abbia potuto prendere parte al voto sugli emendamenti. E’ una cosa che colpisce veramente”.

Un atteggiamento, quello del Pdl, che lo stesso deputato definisce “controproducente, perché – ha affermato – dentro il Gruppo su queste questioni non sono l’unico ad avere una posizione diversa, come più volte dimostrato, da quella che il partito ha in commissione Affari sociali”.

E in merito alla vicenda odierna, Della Vedova ha sottolineato che la cosa “spiacevole” è che si è ritrovato “non registrato senza che nessuno me lo avesse detto, sostituito questa volta da altri più fedeli alla linea”.

Come riporta l’Ansa, respinge invece le critiche il capogruppo del Pdl, Lucio Barani: “Della Vedova ha sempre partecipato a tutte le 27 votazioni, dunque non c’é nessun caso. Solo che questa volta i deputati assenti erano stati già sostituiti”.