Blog Beppe Grillo: “Il buco nell’acqua di Renzie la talpa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2013 12:44 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2013 12:46
Blog Beppe Grillo: "Il buco nell'acqua di Renzie la talpa"

Blog Beppe Grillo: “Il buco nell’acqua di Renzie la talpa”

ROMA – “A Firenze è previsto che l’alta velocità passi attraverso un doppio tunnel di circa 7,5 km che sventrerà il sottosuolo fiorentino compromettendolo per sempre” scrive il deputato Alfonso Bonafede del Movimento 5 Stelle sul blog di Beppe Grillo:

“Si tratta di un’opera folle da tutti i punti di vista. Partiamo dai costi. I comitati contrari al sottoattraversamento hanno sempre avanzato, grazie al contributo di Professori universitari e tecnici, una proposta alternativa che permetterebbe ai treni dell’Alta Velocità di avere una linea di attraversamento in superficie con minori costi (circa 300 milioni di euro contro un miliardo e 500 milioni, possibili tre miliardi, preventivati per il sottoattraversamento) ed in tempi inferiori (viene stimato un quinto del tempo necessario per il sottoattraversamento). Il sottoattraversamento, inoltre, ha anche numerose incognite ed è prevedibile, come sempre avviene in Italia, che i tempi (già in ritardo) si allungheranno notevolmente.”

Cosa pensa Renzi? Il sindaco assenteista cosa rispondeva ai cittadini nel 2010? Ascoltava la loro voce? Come rispondeva alla lettera della Prof.ssa Teresa Crespellani sui rischi dell’opera? Renzi era (ed è) troppo impegnato ad inseguire la poltrona della segreteria del PD per rispondere ai cittadini. Da politico vecchissimo stampo diceva, nel febbraio 2011: “Penso che i comitati non debbano fare terrorismo psicologico“. Renzi, oltre che interessarsi una volta tanto della sua città, dovrebbe almeno chiedere scusa ai comitati contrari al sottoattraversamento. Altro che terroristi psicologici, le ombre su un progetto così folle si moltiplicano ogni giorno! Il M5S, sia a livello locale, sia a livello nazionale continuerà a battersi perché la voce informata e competente dei comitati trovi risposta nelle istituzioni. Ieri abbiamo raggiunto Renzi in Palazzo Vecchio e gli abbiamo chiesto un incontro pubblico con i cittadini. Faremo intervenire i professori ed i tecnici che, documenti alla mano, gli dimostreranno ancora una volta la follia dell’opera. Renzi faccia intervenire almeno sé stesso”.