Bologna, case popolari agli stranieri: in un video FdI fa la lista inquadrando i citofoni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2019 12:26 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2019 12:26
Bologna, case popolari agli stranieri: in un video FdI fa la lista inquadrando i citofoni

Bologna, case popolari agli stranieri: in un video FdI fa la lista inquadrando i citofoni

BOLOGNA – Nomi e cognomi di famiglie di origine straniera sui citofoni di case popolari a Bologna citati in un video pubblicato sui social: li passa in rassegna in una diretta su Facebook il deputato Galeazzo Bignami, ex Forza Italia da poco passato a Fratelli d’Italia, in un “blitz” nel quartiere Bolognina del capoluogo emiliano insieme a Marco Lisei, consigliere comunale ex Fi e ora anch’egli FdI. L’episodio, di cui dà conto l’edizione bolognese di Repubblica, risale a qualche giorno fa.

Scopo del video, spiegano gli esponenti di Fratelli d’Italia, è quello di mostrare, raccogliendo “segnalazioni dei cittadini”, che i criteri di assegnazione degli alloggi favoriscono i cittadini stranieri. I due parlano di “discriminazione” ai danni degli italiani. Quanto alla riservatezza, “ci diranno che stiamo violando la privacy – dice Bignami – ma non ce ne frega assolutamente nulla, perché se stai in un alloggio popolare e c’è il tuo nome sul campanello bisogna che ti metta nell’ottica che poi qualcuno può andare a vedere”.

“Il 59% delle assegnazioni delle case popolari vanno a cittadini stranieri” è il leitmotiv del filmato, in cui si parla di “discriminazione” ed “epurazione ” degli italiani, che sarebbero “penalizzati dai criteri di assegnazione”. I due ne discutono passeggiando tra i caseggiati da poco ristrutturati da Palazzo d’Accursio e inquadrando nomi e cognomi degli assegnatari degli alloggi sui campanelli delle case. Il sindaco Virginio Merola s’infuria: “Noi assegnamo le case in base al reddito e non al colore della pelle”. (Fonte Ansa).