Bologna: Paolo Nanni si autosospende dall’Idv

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 16:55 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 16:58

BOLOGNA – Paolo Nanni si autosospende dall'Idv. Lo annuncia lo stesso consigliere della Provincia di Bologna, coinvolto nel filone di un'inchiesta della procura di sull'uso indebito di pass handicap.

Nanni non ha restituito un pass handicap abbinato alla propria auto e a quella di sua moglie, che era stato concesso alla suocera disabile morta oltre due anni fa. Cosi' lui e i suoi familiari avevano diritto all'accesso alla ztl del centro, alle preferenziali e ai parcheggi riservati agli invalidi senza pagare.

''Per una forma di rispetto nei confronti della mia citta' e dei cittadini diversamente abili che si sono sentiti danneggiati dalla vicenda che mi ha visto protagonista – ha spiegato il consigliere in una nota – oltre che per correttezza nei confronti del partito, mi autosospendo immediatamente dall' Italia dei valori, in attesa di chiarire al piu' presto la mia posizione in merito all'utilizzo del pass per l'accesso alla ztl di Bologna''.

Nanni ha aggiunto che ''resta l'impegno di rivedere la mia 'posizione istituzionale' quando saranno completate le dovute verifiche'', perche' ''e' mia intenzione avere pieno rispetto per l'istituzione che rappresento e per la funzione pubblica che i cittadini mi hanno delegato a rappresentare con il loro voto''.