Bologna e l’affollamento del Pd: candidati anche Merola e De Maria

Pubblicato il 8 novembre 2010 22:52 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2010 23:01

Saranno primarie affollate quelle del centrosinistra di Bologna in vista delle comunali del prossimo anno. Dopo il ritiro per motivi di salute di Maurizio Cevenini, hanno ufficializzato la propria candidatura due nomi pesanti del Pd bolognese: Virginio Merola, presidente del Consiglio provinciale ed ex assessore sotto Cofferati, e Andrea De Maria, fino a pochi mesi fa segretario del partito bolognese.

I due si aggiungono a Amelia Frascaroli e Benedetto Zacchiroli, outsider senza tessera che hanno già consegnato le firme necessarie, mentre rimane alla finestra il preside di Agraria e paladino della lotta agli sprechi Andrea Segrè.

”Meglio fare le primarie e pentirsi che non farle e pentirsi”, ha detto Merola, ufficializzando la candidatura nella direzione del partito. ”Dobbiamo tornare a usare una nostra parola: la sinistra”, ha aggiunto chiudendo il suo intervento con una strofa dell’Internazionale. ”Io non canto, sono stonato”, gli ha risposto a stretto giro De Maria, annunciando che ”se si andrà a primarie a più candidati, io intendo partecipare”. Segrè, spinto nei giorni scorsi soprattutto dall’ala sinistra della coalizione, ha preso tempo, preoccupato dalla competizione interna nel Pd.