Bonanni: “Volontà del governo di convocare un tavolo pare inesistente”

Pubblicato il 1 Dicembre 2011 16:38 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2011 16:44

ROMA- Il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, al termine della visita al ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ''spera'' che ci sia un incontro tra il governo e le parti sociali prima del varo delle nuove misure da parte dell'esecutivo Monti tuttavia ''adesso mi sembra inesistente la volonta''' a convocarci.

Bonanni, uscendo dal Ministero dello Sviluppo Economico ha spiegato di avere chiesto a Passera che ''ci sia un incontro, perche' non esiste una cosa del genere''. Per il leader della Cisl, infatti, ''non e' utile neppure al governo procedere senza un lavoro trasparente''. Secondo Bonanni ''occorre trovare una soluzione che dia senso a quanto detto da Monti al Senato''.

Servono, ha aggiunto, ''comportamenti rigorosi accompagnati da equita', la quale non si puo' comprare in farmacia ma si costruisce con il confronto''. Quindi nell'incontro che lo stesso Bonanni ha definito ''di cortesia'' verso il ministro, come ''una discussione di due persone che si conoscono da prima'', e' stata ribadita quella che per Bonanni e' una necessita': ''Il governo ci deve convocare''.

Quanto alle affermazioni del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, il numero uno della Cisl (che ha definito il numero 40 magico e intoccabile) si e' chiesto: ''E' un problema di cabala?'' e ha aggiunto: ''Spero che la Cgil si ponga il problema di avere un tavolo. Non mi interessa il gioco delle parti''.