Bonanni: “Monti disperato? Semmai lo sono i partiti”

Pubblicato il 16 Dicembre 2011 11:37 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2011 14:02

PALERMO – ”Non capisco perche’ Monti dovrebbe essere disperato, disperati semmai sono i partiti, che non assolvono i loro compiti, tirano la pietra e nascondono la mano”.

Lo ha detto il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni a Palermo, a margine dell’attivo regionale dei delegati sindacali della Sicilia, ai giornalisti che chiedevano un commento sulle dichiarazioni dell’ex premier Silvio Berlusconi, che ieri ha dichiarato che l’attuale presidente del Consiglio Mario Monti e’ disperato e potrebbe non arrivare a fine legislatura.

”I partiti hanno voluto tirare i remi in barca – ha aggiunto – e affidare ai tecnici compiti, che, invece, sono della politica”.

”A Monti dico, ogni volta che parla di giovani, di fare una cosa per le nuove generazioni: la previdenza integrativa obbligatoria. Cosi’ oltre alla stampella pubblica avranno quella privata; occorre dimezzare le tasse per i soldi che vanno nei fondi integrativi”, ha detto Bonanni.

”Senza queste misure si finira’ per favorire le banche”, ha spiegato Bonanni, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento alle dichiarazioni del presidente del Consiglio, che ieri ha ricordato che l’equita’ e’ anche tra le generazioni e che le riforme strutturali delle pensioni vanno in questa direzione.