Bonanni: “Niente tagli agli statali o ci saranno mobilitazioni in tutte le città”

Pubblicato il 1 Luglio 2012 13:53 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2012 14:35
Raffaele Bonanni

Raffaele Bonanni

ROMA – Si’ ad una ”vera” riorganizzazione della pubblica amministrazione che dia ”prospettiva e dignità al lavoro pubblico e garanzia dei servizi ai cittadini”, no ai tagli degli statali.

O sarà ”mobilitazione, a tappeto e in tutte le città”. Così il leader della Cisl Raffaele Bonanni all’Ansa, in vista del tavolo con il governo sulla spending review che si aprirà martedì 3 luglio.

A quanto sembra infatti, il governo sta pensando di ridurre del 20 per cento i dirigenti, del 10 per cento i dirigenti di secondo livello e del 5 per cento gli altri ruoli. In tutto sarebbero interessati 10 mila dipendenti: chi non accetterà la mobilità, cioè di spostarsi da un ufficio all’altro nell’ambito della Regione, passerà in “cassa” per 2 anni con l’80 per cento dello stipendio e poi 8 mesi in Aspi.