Elena Murelli, deputata che ha preso il bonus. Quando alla Camera diceva: “Elemosina da 600 euro” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Agosto 2020 11:53 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2020 19:26
Bonus 600 euro Lega e Elena Murelli, YouTube

Elena Murelli, quando alla Camera diceva: “Abbiamo accettato l’elemosina dei 600 euro”

Quando Elena Murelli (deputata leghista che ha preso il bonus Inps) diceva: “Abbiamo accettato l’elemosina dei 600 euro”.

Bonus 600 euro ai deputati della Lega. In queste ore in molti hanno ritirato fuori il video di quando la deputata della Lega Elena Murelli, sospesa per aver richiesto e intascato il bonus Inps da 600 euro, accusava il Governo di non aver fatto abbastanza per fronteggiare la crisi economica.

L’intervento alla Camera risale allo scorso 23 luglio, in occasione della votazione sull’istituzione della giornata della memoria delle vittime del Covid.

“Siccome stiamo uscendo da questa situazione di emergenza – le sue parole alla Camera – allora importate il Covid”.

Murelli e Dara, i due leghisti sospesi

Elena Murelli di Piacenza e Andrea Dara di Mantova.

Sono questi i primi deputati a cadere sotto la scure del loro partito, e non solo, per aver chiesto e incassato il bonus da 600 euro destinato a lavoratori autonomi e partite Iva per le conseguenze del coronavirus.

Il loro nome circolava da giorni, senza che da loro giungessero smentite né ammissioni.

E’ una nota del capogruppo della Lega Riccardo Molinari, che ne comunica la sospensione, a dare la conferma.

“Sì, sono Dara e Murelli due dei tre parlamentari (il terzo sarebbe un Cinque stelle) che hanno chiesto e ottenuto il bonus da 600 euro riconosciuto dal governo alle partite Iva per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Non hanno violato alcuna legge, mette per iscritto il capogruppo alla Camera Riccardo Molinari, ma “è inopportuno che parlamentari abbiano aderito a tale misura”.

Il partito di Matteo Salvini che ad Agorà aveva preannunciato la ‘condanna’ della sospensione. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).