I bookmaker: Bersani vince, Monti sotto il 14% alleato inevitabile

Pubblicato il 18 Febbraio 2013 19:29 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2013 19:39

Pierluigi Bersani (Foto Lapresse)

ROMA – I bookmakers sono d’accordo con le previsioni politiche: è Pier Luigi Bersani il favorito per la vittoria alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio. A darne notizia è Agipronews. Secondo l’agenzia, ”Paddy Power offre a 1,13 la presidenza del Consiglio al segretario del Pd ma è probabile che, per rendere solido il proprio governo, debba scendere a patti con i concorrenti. Il più accreditato per una possibile alleanza in Parlamento è Mario Monti che, secondo i bookie, porterà a casa – riferisce sempre Agipronews – meno del 14% dei voti (un’ipotesi a 1,80). Quota di poco superiore, a 1,91, se l’esito delle urne dovesse sorridere all’attuale premier”.

”L’ago della bilancia – prosegue Agipronews – potrebbe finire nelle mani di due partiti più piccoli: Rivoluzione Civile dell’ex magistrato Antonio Ingroia, prosegue Agipronews, potrebbe conquistare oltre il 4,5% delle preferenze, una possibilità bancata a 1,73. Più incerti i pronostici sul Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo: sfondare il muro del 15,7% si gioca a 1,73. Si sale a 2,00 se i grillini dovessero accontentarsi di un consenso inferiore. Bookie indecisi anche sul risultato elettorale del centrodestra: con Silvio Berlusconi scivolato a 7,00 sulla lavagna del prossimo premier (peggio di lui fanno solo Monti a 11,00 e Grillo a 51,00), l’alleanza potrebbe superare o meno il 26,5% (entrambe le possibilità sono bancate a 1,83)”, conclude l’agenzia.