Bossi: “Cittadinanza immigrati? Voto no”

Pubblicato il 27 Novembre 2009 14:13 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2009 14:14

Umberto Bossi

Sulla cittadinanza agli immigrati il leader della Lega Umberto Bossi ha una parola sola: no. Non c’è Fini o papa che tenga, di estendere i benefici agli stranieri il “senatur” non vuol neppure sentire parlare. Uscendo da Montecitorio Bossi si è limitato ad una battuta secca: «Noi votiamo contro».

Sullo stesso tema è intervenuto anche Ignazio La Russa, ministro della Difesa e coordinatore nazionale del Popolo della libertà. Intervistato dalla agenzia AdnKronos il ministro è apparso più cauto: «Non è una questione da decidere con un vertice».

Spetta alla Consulta su riforme e problemi dello Stato del Pdl avviare una discussione e affrontare il tema dell’immigrazione, a cominciare dal nodo della cittadinanza. : «C’è – dice il ministro – una data fissata dal Parlamento per affrontare l’argomento, a dicembre. Non è un problema di vertice, c’è un dibattito in corso sulla questione dell’immigrazione».

«C’è una data precisa in Parlamento – ha detto ancora La Russa – Per questo abbiamo dato incarico alla Consulta del Pdl di avviare un dibattito», riferendosi alla data del 21 o 22 indicata dalla conferenza dei capigruppo di giovedì alla Camera e rispondendo così anche agli alleati della Lega che, con il capogruppo alla Camera Roberto Cota, chiedevano un summit di maggioranza.