Bossi: “Tremonti salvatore, è come la massaia brava che mette i soldi da parte”

Pubblicato il 7 Maggio 2010 18:27 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2010 18:58

Umberto Bossi e Giulio Tremonti

E’ arrivato al convegno di Confindustria a Roncade sottobraccio a Giulio Tremonti ma contrariamente a quest’ultimo il ministro delle Riforme Umberto Bossi non dribbla i giornalisti e mentre il responsabile del dicastero della Finanza si allontana lui lo indica con una mano. “E’ il nostro salvatore – dice – perché ha tenuto i soldi per i momenti difficili. Nonostante il grande debito pubblico l’Italia si salva perché ha la massaia brava che mette via i soldi e il gran lavoro del governo e di Tremonti. Un governo che non butta via i soldi che non spende e spande”.

Il leader della Lega ha confermato l’interesse del Carroccio sul mondo economico: “La Lega ha dei progetti il primo è il federalismo fiscale che arriva a segno: è il primo frutto a cadere dalla pianta”. La grande partita anticrisi è quella del federalismo fiscale che è già pronto, dice Bossi, “la prossima settimana è cosa fatta e quindi questo traguardo farà risparmiare un bel po’ di soldi. La finiremo di dare soldi ai Comuni, alle Regioni e alle Province che li sperperano”.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto come mai fosse apparso all’improvviso a Roncade assieme a Tremonti, Bossi ha ironizzato sostenendo di essere stato “rapito da Tremonti dopo il Consiglio dei ministri. Mi ha preso, e mi ha trascinato fino a qui”.

E sulle dimissioni di Scajola il Senatur afferma si non aver “ancora sentito qualcuno che voglia prendere” il suo posto. Men che meno la Lega, ha precisato Bossi, visto che “non ne facciamo una questione di posti: sono fiducioso che tutto andrà per il meglio”.