Bovolone (Verona): “Bella e vanitosa”, sindaco toglie le deleghe ad ex miss

Pubblicato il 25 Novembre 2009 11:29 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2009 11:29

mantovani beatriceBella, e fino a qui tutto bene, ma troppo vanitosa e incapace di rispettare le linee guida dell’amministrazione comunale leghista. Sarebbe finita per questi motivi la carriera di assessore alle Pari Opportunità e agli Affari Comunali, a Bovolone (Verona), di Beatrice Mantovani, 28 anni, ex miss università, unica donna nella giunta guidata da Riccardo Fagnani.

Secondo il sindaco, alla base della decisione di togliere le deleghe alla Mantovani, ci sarebbe “un’incrinatura nel rapporto di fiducia”. In particolare il primo cittadino, come sottolinea il Corriere Veneto, si sarebbe risentito perché la giovane non avrebbe rispettato un impegno, firmato una volta eletta, di concordare ogni iniziativa con il sindaco.

La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso della pazienza della maggioranza sarebbe stata un’apparizione dell’assessore su una televisione locale: nel servizio contestato l’ex miss e ora ex assessore avrebbe dissertato su bellezza e intelligenza. “Una cosa da non fare – ha detto il sindaco ai giornalisti – in un periodo in cui si parla di veline in politica”.