Brexit, anche i cittadini europei dovranno fare il visto per entrare nel Regno Unito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2018 14:20 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2018 14:21
Brexit, anche i cittadini europei dovranno fare il visto per entrare nel Regno Unito

Brexit, anche i cittadini europei dovranno fare il visto per entrare nel Regno Unito

ROMA – Non ci saranno visti privilegiati rispetto agli extracomunitari per i cittadini Ue che entreranno nel Regno Unito dopo la Brexit e dopo il periodo di transizione indicato dalle intese preliminari sino alla fine del 2020. Lo ha stabilito ieri sera il governo di Theresa May su proposta del ministro dell’Interno, Sajid Javid, accogliendo la raccomandazione fatta dal Migration Advisory Committee.

La decisione mira a proteggere l’obiettivo del governo conservatore di riportare “sotto controllo” l’immigrazione nel Paese. Dopo il 2020 per tutti gli stranieri, europei compresi, varrà invece un sistema di facilitazioni riservato agli ingressi dei lavoratori a più alta qualificazione, necessari in molti settori vitali dell’economia britannica. Nel mondo del business non sono mancate peraltro in questi giorni le proteste di alcune voci contrarie a restrizioni future anche nei confronti di potenziale manodopera europea di base non specializzata.

Intanto prosegue il pressing europeo sul governo britannico perché infine si risolva a una linea chiara sulle modalità di uscita dall’Unione. “Abbiamo davanti a noi sei otto settimane di intenso lavoro. È essenziale capire cosa voglia ottenere la Gran Bretagna, perché questo non è del tutto chiaro”, ha dichiarato Angela Merkel a Berlino, intervenendo alla giornata dell’Industria tedesca, rappresentata dalla Bdi. Merkel ha ribadito che si sta entrando nella fase decisiva del processo che porta all’uscita di Londra dall’Ue e ha sollecitato un accordo ragionevole, sottolineando che l’economia non trae alcun giovamento dall’incertezza.