Briatore: “Meglio Renzi di Berlusconi”, va senza cravatta. Pensiero politico 2.0

Pubblicato il 18 gennaio 2014 13:05 | Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2014 13:05
Briatore: "Meglio Renzi di Berlusconi", va senza cravatta. Pensiero politico 2.0

Flavio Briatore peferisce Renzi a Berlusconi perché non porta cravatta

ROMA –  Flavio Briatore, marito di Elisabetta Grogoraci e ex di Naomi Campbell, è un astro nascente tra i commentatori della politica in Italia da quando, in questo firmamento, alla stella di Berlusconi si è affiancata quella, speriamo cometa nella caducità ma non negli effetti, di Matteo Renzi.

Ecco quindi, secondo la sintesi che fa l’agenzia Ansa di una intervista di Flavio Briatore a Marco Mensurati di Repubblica, a cosa si restringe il confronto fra Berlusconi e Renzi nel pensiero di Flavio Briatore:

“Chi dice che Renzi e Berlusconi abbiano lo stesso stile, o addirittura che Renzi abbia studiato da Berlusconi dice una sciocchezza enorme”. Matteo Renzi è “più attuale, direi casual chic. Berlusconi è più classico. Però l’arrivo di Matteo ha costretto Silvio a rivedersi stilisticamente, adesso ha cominciato ad abbinare giacca e lupetto, che è molto meglio del gessato di prima”.

E poi la rivelazione:

“A me piace comunque più Renzi, odio la cravatta, il formale”.

Non è la prima volta che Flavio Briatore si è espresso a favore di Matteo Renzi: è amico di entrambi e è titolato a affermare che i due sono comunque

“due ‘animali’ diversi. Uno è arrivato alla politica da imprenditore, l’altro è un politico di professione. E pure molto bravo. […Entrambi hanno]

“La capacità di attirare consensi enormi, e il carisma. Ne sono entrambi pieni. E consapevoli”.

La mossa di parlare a Berlusconi è ottima”. “Con chi altri si dovrebbe parlare di un tema del genere, se non con chi ha la responsabilità di rappresentare dieci milioni di italiani?”.

Magari “può nascerne qualcosa di buono. In Italia non succede mai niente. Sono tornato oggi dopo due mesi e l’unica novità è questo incontro qua”.

Flavio Briatore poi si addentra nella filosofia della politica:

“L’altra grande differenza è l’età. E su questo Renzi ha un grande vantaggio, ha un futuro enorme. Solo che deve stare attento, perché in Italia succede sempre così: promettono bene poi quando arrivano al potere non succede mai niente. Prendete Letta: è un bravo ragazzo, ma non incide, non comanda, non fa le cose.

Marco Mensurati obietta:

“Questo lo si può contestare anche a Berlusconi”.

Flavio Briatore:

“Certo. Ma la verità è che in Italia dopo Mussolini a nessuno è stato più permesso di governare. A nessuno tranne che alla burocrazia”.

 

.