Brunetta è miseramente fallito e lo ammette anche lui: assenteismo a ottobre + 25%

Pubblicato il 1 Novembre 2009 15:43 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2009 15:43

Ad ottobre le assenze nel settore pubblico sono cresciute intorno al 25%. Lo anticipa il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, consueto ospite domenicale di Rtl 102.5 il 1 novembre. Il dato di ottobre fa seguito agli aumenti registrati ad agosto (+16,7%) e settembre (+24,2%), dopo ben 14 mesi consecutivi di indici al ribasso.

«Faccio ammenda – ha detto Brunetta – Ho pensato che il fenomeno fosse sotto controllo. Dopo 14 mesi di calo, l’assenteismo è tornato a crescere a settembre del 25% e a ottobre pure». da qui, ha ricordato il ministro, la decisione di estendere a sette ore la reperibilità dei dipendenti statali in malattia, con un aumento di tre ore rispetto alle quattro attuali: «Abbiamo capito che non possiamo abbassare la guardia contro i comportamenti opportunistici. Ma le persone perbene non hanno alcunché da temere. saranno colpiti solo gli approfittatori e gli opportunisti».

Brunetta ha poi ricordato l’altra novità in arrivo per la pubblica amministrazione che riguarda l’obbligo d’invio dei certificati medici per via telematica, spedito direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria pubblica all’Inps. Il sistema partirà subito, ha fatto sapere il ministro.