Brunetta: “Soldi Memoriale Shoah marchetta”. Ebrei: “Parole pericolose”. Pd: “Indegno”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Dicembre 2013 22:36 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2013 22:36
Renato Brunetta (LaPresse)

Renato Brunetta (LaPresse)

MILANO – “Consideriamo le dichiarazioni di Brunetta populiste e pericolose”. Lo afferma in una nota la Comunità ebraica di Milano commentando le dichiarazioni dell’on. Brunetta che ha definito una “marchetta” i novecentomila euro assegnati dalla Legge di Stabilità alla Fondazione Memoriale della Shoah di Milano

“La Fondazione Memoriale della Shoah-Binario 21 (luogo della Stazione Centrale di Milano dove partirono i treni per Auschwitz) è un presidio per la memoria. Inoltre, la realizzazione del Memoriale – si legge nella nota è comunque vicino al completamento grazie alle donazioni in maggior parte di privati. Le sue attività culturali sono degli anticorpi che servono alla nostra società per frenare le derive populistiche, purtroppo sempre più presenti nella società italiana, anche a causa di una triste e pericolosissima strumentalizzazione della crisi economica”.

“Dire che quei soldi sono una ‘marchetta‘ – conclude la nota della comunità ebraica – è una dichiarazione pericolosa, non degna di un deputato della Repubblica italiana”.

A quanto detto dalla Comunità ebraica di Milano fa eco il deputato Pd Emanuele Fiano che accusa Brunetta di aver rilasciato una

“affermazione tanto indegna quanto profondamente sbagliata”.