Buttiglione: “Non esiste un’alternativa politica a Monti”

Pubblicato il 27 Marzo 2012 10:56 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2012 11:04

ROMA – "Monti si rivolge a tutti, non credo che lui voglia speculare sulle difficoltà del PD. Il PD deve capire che questa è una buona riforma e che serve al Paese". Così Rocco Buttiglione, Presidente dell'UDC a Tgcom24, a proposito della frase pronunciata da Monti ("Se il Paese non è pronto, il governo potrebbe anche non restare. Mi interessa lavorare, non tirare a campare").

"Il problema dell'Italia è il lavoro, occorrono capitali, occorre che dall'estero si venga ad investire in Italia, quindi è necessaria la riforma del mercato del lavoro per rendere attraente il nostro sistema. Se non creiamo le condizioni che rendano interessante venire in Italia, nessuno verrà. Se non si crea interdipendenza, non c'è futuro. Monti vuole dire: io non sto lì a scaldare una sedia. Ho un progetto per modernizzare l'Italia per andare verso un nuovo rinascimento. Se questo progetto è condiviso dal Parlamento, va bene, altrimenti il Parlamento trovi un altro per un'alternativa. Ma esiste un'alternativa politica valida? La vecchia politica è fallita, altrimenti Berlusconi non si sarebbe dimesso. L'Italia sta male, dobbiamo ora accompagnarla dentro una difficile convalescenza. La popolarità del Governo Monti punta soprattutto a far ripartire il lavoro, poi certo bisogna tagliare la burocrazia. Vogliamo che lo Stato faccia le stesse cose di oggi con meno persone? E' difficile. Dobbiamo ridisegnare lo Stato decidendo che alcune cose le facciano i privati. Poi bisogna riformare le strutture dello Stato, altrimenti la sburocratizzazione diventa impossibile. Il punto è questo: rendiamo servizi che valgono quello che costano allo Stato. Ma per far questo occorre più mobilità interna", conclude.