Calcio, La Russa: “Tifosi in trasferta da trattare come onorevoli”

Pubblicato il 3 Dicembre 2009 20:29 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2009 20:29

la-russaAccogliere con tutti gli onori i tifosi che vanno in trasferta, mandandoli a prendere con pullman e offrendo loro bibite e pasticcini.

La proposta arriva dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa. «Troppe volte – spiega il ministro, in una conferenza stampa organizzata dagli Inter Club e Juve Club di Montecitorio – il tifoso in trasferta è considerato un pericolo e gli viene impedito di seguire la sua squadra. Sono d’accordo con l’obbligo della tessera del tifoso imposto dal mio collega Roberto Maroni, anche se è un bene che questa iniziativa parta dalla prossima stagione, ma la severità da sola non basta ed io – sottolinea – voglio lanciare la proposta che le società di calcio che ospitano i tifosi in trasferta li trattino come veniamo trattati noi in tribuna d’onore, con tutti i riguardi. L’ospite è sacro, non va trattato come una bestia confinandolo nell’angolo più lontano dello stadio».

Se poi, aggiunge il ministro, «i tifosi, così accolti, tradiranno, si potrà sempre tornare indietro. Ma se facciamo così mettiamo in difficoltà quella parte di curve sorda ad ogni richiamo».