Calderoli e Bossi, dito medio alla bandiera: “Il 23 luglio tre ministeri a Monza”

Pubblicato il 11 Luglio 2011 13:28 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2011 10:19

BESOZZO (VARESE) –  Roberto Calderoli e Umberto Bossi, dal palco della festa leghista di Besozzo in provincia di Varese, hanno mostrato il dito medio mentre sul palco Alessandro Pelagalli, cantante di origine leccese, eseguiva “L’Italia del primo amore le porge la sua bandiera”. Anche dalla platea si alzavano fischi e evidenti malumori.

Calderoli ha poi preso la parola e declamato le richieste leghiste che verranno messe sul tavolo della maggioranza a riguardo della manovra fiscale: “Dobbiamo sistemare il patto di stabilità dei comuni, il criterio della virtuosità, le pensioni, il problema della tassa fondo titoli, la questione del tetto sull’1% della deducibilità che mette in difficoltà gli investimenti privati, quindi Pedemontana e Brebemi”.

Il ministro è poi tornato a parlare dei ministeri al Nord: “Il 23 luglio alle 11.30 apriremo il mio ministero, quello di Bossi e di Tremonti a Monza, che piaccia o no a Roma. Vi aspettiamo tutti. Anche in questa manovra volevano mettere dei soldi per Roma e Palermo, ma noi li abbiamo stoppati subito. Gli abbiamo detto che se non cancellavano subito quei nomi erano calci in culo per tutti”: