Calderoli annuncia: possibile installare distributori di metano a casa

Pubblicato il 16 agosto 2010 18:22 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2010 19:47

benzinaioPer chi ha un’automobile a metano diventa più semplice fare rifornimento. Un decreto legge, da poco convertito, dà infatti la possibilità di installare dei piccoli distributori anche nel proprio garage. Lo ha ricordato il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli: ”La possibilità c’è da un pò, ma non se ne è accorto nessuno”. Installare un distributore casalingo era possibile gia’ nella provincia autonoma di Bolzano. Questo tipo di impianto, ha spiegato Calderoli, ”viene realizzato in provincia di Cuneo su brevetto Honda e ha creato anche 600 nuovi posti di lavoro”. Secondo il ministro c’e’ anche l’ipotesi che qualche azienda automobilistica ”regali questo impianto casalingo”.

Calderoli in una nota spiega la sua proposta che appunto semplifica l’installazione di distributori domestici di gas metano per il rifornimento auto. ”Come e’ noto, infatti, il metano inquina poco, è meno pericoloso e soprattutto costa molto meno degli altri carburanti (circa un quarto della benzina, circa la metà del Gpl): ad essere costosa, viceversa, è la costruzione su strada degli impianti di distributori di metano. E proprio il costo dell’impianto e la sua scarsa redditività ha provocato la quasi assenza di distributori di metano nelle nostre strade e conseguentemente il mancato decollo del mercato delle auto a gas metano, nonostante ci sia una presenza importante delle imprese italiane in questo settore.

Questo a differenza di quanto accade in altri Paesi dell’Europa e del Nord America, e anche nelle Province Autonome di Trento e Bolzano, dove a riguardo esiste una legislazione piu’ favorevole. Con questa innovazione, invece, ciascuno potra’ avere nel proprio garage questo distributorino che gli permetterà di fare il pieno a metano alla propria macchina direttamente a casa propria, senza doversi recare a cercare un apposito distributore a mettano. Fino ad oggi l’assurdità delle nostre leggi ha considerato questo distributorino domestico alla stregua di di un distributore commerciale di carburanti e come tale soggetto a certificazioni che costano migliaia di euro”.

”Grazie a questa misura di semplificazione – spiega in proposito il ministro Calderoli – inquieneremo di meno e spenderemo di meno, perche’ grazie a questo ‘distributorino’ potremo fare il pieno di metano nel proprio box di casa, con meno costi per i cittadini, non solo di denaro ma anche di tempo, perche’ non dovranno andarsi a cercare ogni volta il distributore, e con piu’ benefici per l’ambiente, per l’aria che respiriamo e per finire anche per le imprese automobilistiche nostrane che producono auto a metano o impianti a metano per le auto. Cosi’ facendo ridurremo la burocrazia e i costi, potenziando lo sviluppo e la tutela dell’ambiente, il tutto a costo zero per il bilancio dello Stato: ecco l’archetipo di una vera misura di semplificazione”.