Caldoro: “Ora ribaltiamo impostazione leghista”

Pubblicato il 15 Novembre 2011 10:13 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2011 10:30

Stefano Caldoro

ROMA – Il tentativo di Mario Monti deve avere successo e la qualita’ di questo successo dipendera’ dal modo in cui verra’ ”capovolto” il meccanismo di applicazione del federalismo. Lo afferma, in un’intervista al Messaggero, il governatore della Campania Stefano Caldoro, secondo cui il fatto che la Lega non faccia piu’ parte della maggioranza rende l’operazione di rovesciamento piu’ facile.

”E’ fondamentale cambiare l’impostazione economica del federalismo nell’interesse del Paese, rivedendo in profondita’ l’avvio sperimentale a impronta leghista che se ne e’ dato”, sostiene Caldoro. ”La legge 42 va bene, ma i decreti attuativi con l’imprimatur del Carroccio, invece di premiare la crescita e la competitivita’ dei territori, premiavano le rendite di posizione”.

Secondo Caldoro, quindi, l’impianto voluto dalla Lega ”va completamente capovolto. Bisogna premiare chi migliora, non la rendita di chi da cinquant’anni sta meglio. Spesa storica e costi standard sono meccanismi che dirottano risorse al Nord: vanno rivisti daccapo. Oltretutto – conclude – fanno male proprio al Nord, perche’ si siede e non migliora”.