Calearo, il trasformista ex ‘figurina’ di Veltroni: “Dal Pd mi hanno chiesto di votare la fiducia”

Pubblicato il 15 Dicembre 2010 9:39 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2010 9:41

Massimo Calearo

Dopo l’indecisione Massimo Calearo alla fine ha votato la fiducia a Silvio Berlusconi: voto decisivo da un ex Pd, ex Api, ora nel gruppo misto. “Sono diventato indispensabile ma forse è meglio se espatrio”, ha detto ad Antonello Caporale, di Repubblica.  “Altro che Fini e Casini, adesso entro in campo io”. Lui, che era stato voluto alla Camera da Veltroni nel 2008, era uscito dal Pd per approdare all’Api di Rutelli per poi abbandonare anche questo partito. “Una figurina Panini della politica, che passa di mano in mano”, lo definì Veltroni.

Ora è diventato un voto indispensabile per la maggioranza: “Effettivamente sono divenuto indispensabile”. Certo la compagnia di un trasformista come Scilipoti nuoce: “Ma è un povero Cristo! E’ Natale, che fai: lo salvi o lo uccidi?”.

Astio da parte degli ex colleghi del Pd? “Una collega alta un metro e zero oggi mi ha apostrofato. Ma non me ne curo”. Non solo, anche indicazioni opposte: “Colleghi del Pd mi hanno chiesto espressamente di votare la fiducia”.