Califano povero, la Regione Lazio lo aiuterà. Lui: “La Polverini è bellissima, scriverò una canzone per lei”

Pubblicato il 9 novembre 2010 19:56 | Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2010 20:12
franco califano

Franco Califano

La Regione Lazio pensa di aiutare il cantautore Franco Califano, che ha detto di essere diventato povero, coinvolgendolo in eventi musicali estivi e no. E’ questo l’esito dell’incontro tra la governatrice Renata Polverini e l’artista, oggi nella sede della giunta regionale.

”L’incontro – ha detto la Polverini – è andato bene. Appena ho appreso che il maestro era in difficoltà ho subito detto che ero disponibile ad ascoltarlo e se necessario anche a dargli una mano. Mi sembrava giusto incontrarlo, l’ho cercato stamattina e lui ha subito acconsentito a venire. Mi ha esposto le sue difficoltà anche riconoscendo qualche errore commesso da giovane. Questo bisogna dirlo per i ragazzi che spesso non pensano al futuro. Adesso vediamo come aiutarlo perché è una persona che ha dato molto e le sue canzoni hanno fatto la storia della musica”.

”E’ bellissima, scriverò una canzone per lei”, ha detto il cantautore romano riferendosi alla Polverini. Commosso e con gli occhi lucidi, Califano ha detto: ”Già essere qui è un obiettivo raggiunto, poi vedremo quello che succederà”. A chi gli chiedeva di commentare le critiche per la richiesta un sussidio, lui che per diritti d’autore riceve 20 mila euro l’anno, ha risposto: ”A me non interessa il sussidio, a me interessa una capanna dove potermi rifugiare la sera. Poi da mangiare me lo rimedio per la strada. Nella vita ho commesso tantissimi errori, però adesso voglio continuare a cantare e basta, è la cosa che mi interessa di più”.

5 x 1000

Quando la presidente Polverini ha ventilato l’ipotesi di coinvolgerlo in eventi musicali delle istituzioni, il cantautore non ha saputo trattenere un romanissimo ‘magari’. La presidente della Regione ha precisato che ”un’istituzione deve essere vicina a tutti i cittadini”, ”io lo faccio con tutti coloro che chiedono aiuto quando sono in difficoltà”.