Alla Camera prove minime di maggioranza alternativa: passa emendamento Fli, Mpa, Udc, Pd…

Pubblicato il 4 Novembre 2010 16:55 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 17:14

Prove, seppur minime, per una maggioranza alternativa alla Camera. Fli, Mpa, Udc, Pd hanno infatti votato a favore di un emendamento sulla Finanziaria presentato dai centristi. Emendamento che è passato con 24 sì, 20 arrivati dalle opposizioni, tre da Futuro e Libertà, uno dall’Mpa. I no sono stati 22.

Una sorta di maxi coalizione che ha messo in minoranza governo e maggioranza. Prima del voto il relatore Marco Milanese (Pdl) aveva proposto una modifica al successivo articolo 6 sui fondi Fas e concordata con l’Mpa, in base alla quale la ridestinazione di 1,5 miliardi di fondi Fas all’edilizia sanitaria sarebbe stata ripartita secondo la proporzione 85-15 per cento.

Una maggioranza alternativa insomma, con i finiani che hanno votato insieme ai “casiniani”, ai “bersaniani”, e così via con gli altri partiti di opposizione.

Subito dopo lo scivolone della maggioranza la commissione ha sospeso i lavori. Il Pdl invece si è riunito con il viceministro all’Economia Giuseppe Vegas per valutare la situazione che sembra essere allarmante anche perchè la maggioranza alternativa sembrerebbe far sì che la situazione su altre votazioni possa essere analoga.