Cancellieri risponde a Grillo: “Con il voto anticipato basta metà delle firme”

Pubblicato il 12 Dicembre 2012 15:35 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2012 15:56
Cancellieri a Grillo: "Con il voto anticipato basta metà delle firme"

Cancellieri a Grillo: “Con il voto anticipato basta metà delle firme”

ROMA – L’ipotesi di voto più probabile, a questo punto, è il 17 febbraio. “Troppo presto” si agitava Beppe Grillo in mattinata, “così non abbiamo tempo di raccogliere le firme”. Ma ora arriva la rassicurazione del ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri: ”Se c’è lo scioglimento anticipato delle urne c’è una norma che dice che le firme da presentare sono dimezzate”.

Ecco le parole di Grillo: ”Fate attenzione ai tempi – spiega Grillo – giovedì 6 dicembre il M5S, dopo le votazioni on line, riesce a predisporre le liste per il Parlamento in tutta Italia e può iniziare il processo di raccolta delle firme nelle diverse circoscrizioni. Nella stessa settimana la Commissione Affari Costituzionali alza bandiera bianca per modificare la legge elettorale attuale e ridurre il peso del M5S, o addirittura eliminarlo con regole ad hoc (come l’esistenza obbligatoria di uno Statuto a immagine e somiglianza di quello dei partiti). Esiste ancora un modo però per bloccare il M5S: il tempo”.

Riguardo la data delle elezioni Cancellieri ha detto: ”Dipende dallo scioglimento delle Camere, ma il 17 febbraio è l’ipotesi a cui si sta lavorando”.