Carola Rackete, Salvini: “Non vedo l’ora di espellere questa viziata comunista”

di Alessandro Avico
Pubblicato il 19 Luglio 2019 12:21 | Ultimo aggiornamento: 19 Luglio 2019 12:21
carola rackete salvini

Carola Rackete (Foto Ansa)

ROMA – Matteo Salvini ancora contro Carola Rackete. “La nuova eroina della sinistra è stata interrogata per quattro ore…Ci sarà un giudice che almeno stavolta farà rispettare le leggi, la sicurezza e la dignità del nostro Paese? Io non vedo l’ora di espellere questa viziata comunista tedesca e rimandarla a casa sua”, dice il ministro dell’Interno sui social commentando l’interrogatorio cui è stata sottoposta ieri ad Agrigento la comandante della Sea Watch, Carola Rackete.

In realtà l’espulsione non serve perché Carola Rackete “è libera, non è stato convalidato alcun arresto, se vuole tornare in Germania…”: lo ha chiarito l’avvocato Alessandro Gamberini, legale del comandante della Sea Watch 3, interrogata in procura ad Agrigento nell’ambito del primo procedimento a suo carico che ipotizza i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e disobbedienza a nave da guerra. “Lei non è più capitana della Sea Watch, c’è stato un cambio di equipaggio. Del resto, fa anche altro nella vita…”, ha aggiunto l’avvocato. 

“Cosa penso di Salvini? Nulla”: queste le uniche parole di Rackete alle domande dei giornalisti. “Che il clima di odio ci sia e venga alimentato da dichiarazioni aggressive, irresponsabili e false, come quelle che il ministro Salvini ha presentato nei suoi profili social, è pacifico”, ha aggiunto Gamberini. “Un conto è che lo faccia uno al bar, un altro è se arrivano da un uomo che ha responsabilità istituzionali. In questo senso noi crediamo che questo abbia una valenza istigatoria. Crea come un grande macigno buttato nello stagno, grandi ripercussioni”.