Cecile Kyenge: “La Lega è razzista. Salvini mi denunci pure un’altra volta”

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2018 15:26 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2018 15:26
Cecile-Kyenge-Lega

Cecile Kyenge (Foto Ansa)

ROMA – E’ salita alla ribalta delle cronache non solo perché primo ministro di colore in Italia, ma anche per gli insulti razzisti che le rivolse il senatore leghista Roberto Calderoli. E adesso Cecile Kyenge torna ad attaccare la Lega: “La Lega è razzista, Salvini può anche denunciarmi un’altra volta, dice l‘europarlamentare del PdRadio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.”Forza Italia dovrebbe prendere le distanze. Propongo di far firmare un patto a tutti i candidati per tenere fuori il razzismo dalla campagna elettorale, chi parla di razza deve essere escluso dalle elezioni”.

“Il tema del razzismo e della rievocazione delle leggi razziali, prosegue Kyenge, deve essere affrontato da tutti i candidati. Tutti devono dichiarare che questo tema deve uscire fuori dalla campagna elettorale. I vescovi hanno giustamente chiesto uno stop a questo clima da leggi razziali. Qui parliamo del rispetto della dignità della persona. Se oggi cominciamo a lavorare su una cultura della paura, vuol dire che stiamo andando verso una deriva. Da lì il passo è veramente breve ad arrivare ad un conflitto tra le persone sul territorio. Io propongo di far firmare un patto a tutti i candidati alle elezioni per lasciare fuori temi che toccano la dignità delle persone, come quello del razzismo. Un patto per la non violenza. Un patto dove si esclude chiunque parla di razza bianca. Fosse per me chiunque fa queste affermazioni dovrebbe essere escluso dalla campagna elettorale. Oggi abbiamo bisogno di una politica conciliante”.

Salvini dice che la Lega è l’unico antidoto al razzismo, le fanno notare i conduttori: “Salvini può benissimo dire che gli italiani non sono razzisti, replica Kyenge, ma il punto è: la Lega è un partito razzista oppure no? Altro che antidoto al razzismo, la Lega è razzista. Salvini mi ha già denunciato su questo punto, ma lo ribadisco. Mi ha già denunciato tre volte, ma se vuole può rifarlo. Le parole di Fontana istigano all’odio razziale. Quando si difendono le persone che sposano un’ideologia che dovrebbe essere cancellata dal nostro Paese, vuol dire che il partito è d’accordo con quelle posizioni e dunque è razzista. Forza Italia dovrebbe prendere posizione su questo, dato che sono in coalizione. Tutti gli alleati della Lega devono prendere le distanze”.