Celentano avvisa Monti: “Continua così, avrai grillini in camera da letto”

Pubblicato il 25 Maggio 2012 13:15 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2012 13:18
celentano grillo

Adriano Celentano e Beppe Grillo (foto Lapresse)

ROMA – Adriano Celentano contro Mario Monti nella lettera pubblicata sul Fatto Quotidiano del 25 maggio: “Continua così e ti ritroverai i grillini anche in camera da letto”, è il senso delle parole del cantante. Secondo Celentano, dunque, il fenomeno Grillo ha potuto ingrossarsi non solo per la sfiducia nei partiti tradizionali, ma anche perché l’attuale governo non è stato in grado di risolvere i problemi che stanno a cuore ai cittadini.

Ecco cosa pensa Celentano della “squadra” di Monti: ”I tecnici di questo governo, tra chi si oppone ma non troppo e quelli del sì, stanno per sganciare l’ennesima bomba ecologica contro ciò che rimane ancora delle bellezze naturali di questo nostro Paese, allontanandoci sempre di più dai tempi in cui l’Italia era considerata ‘il giardino d’Europa”’. Qui si parla di Villa Adriana a Tivoli, vicino alla quale sarà costruita la discarica di Corcolle.

”L’intransigente prefetto ‘Pecoraio’ – scrive Celentano – se ne frega altamente delle migliaia di proteste arrivate da tutto il mondo per l’allarmante decisione di sfregiare uno dei più grandi patrimoni archeologici del mondo. Non solo. Se ne frega anche della Costituzione, dove l’articolo 9 non poteva essere più chiaro: ‘La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”’.

Celentano definisce l’eventuale discarica ”un vero e proprio stupro alla cultura e alla storia del nostro Paese” e si rivolge al premier Mario Monti: ”Se il prefetto ‘Pecoraio’ se ne frega così tanto di tutto e tutti è perché evidentemente la più alta carica del Governo, anziché togliergli il mandato per la malsana idea, glielo ha rinnovato? Caro Monti ancora un paio di questi colpi e alle prossime elezioni i ‘Grillini’ te li ritroverai anche in camera da letto”.