Cento giorni di governo, Casini: “Merita un voto buono”

Pubblicato il 24 Febbraio 2012 16:43 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2012 17:44

BOLOGNA – ”Io gli do un voto buono anche perche’ non ci dobbiamo dimenticare che con lo spread che avevamo l’Italia oggi sarebbe gia’ fallita, sarebbe nelle condizioni della Grecia”. Cosi’ il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, commenta il bilancio dei primi cento giorni del governo di Mario Monti.

Sui risultati raggiunti dal Governo, non vanno pero’ dimenticati gli sforzi che ”i partiti hanno fatto sottoscrivendo tra loro un armistizio che e’ un segno di maturita’ ed intelligenza. Il governo Monti ha in ogni caso finora ‘parato’ bene, vediamo i passaggi ulteriori”, dice Casini, che rinnova il suo dubbio sulla possibilita’ che l’esecutivo possa risolvere tutti i problemi dell’Italia entro la fine del 2012. ”Ogni giorno ha la sua pena, vedremo, ma la mia opinione e’ che questo armistizio non possa risolvere i problemi italiani in un anno. C’e’ bisogno di un lavoro lungo negli anni. Pertanto, prima di archiviare questa formula, bisogna pensarci non una ma cento volte”.