Verdi, la mappa delle centrali nucleari: Caorso e Montalto di Castro saranno le prime

Pubblicato il 26 Marzo 2010 18:42 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2010 18:42

A due giorni dal voto per le Regionali i Verdi presentano la mappa “atomica” d’Italia. La prima centrale nucleare di Italia sarà quella di Montalto di Castro in provincia di Viterbo. Poi, tra i possibili siti atomici, ci sono Caorso in provincia di Piacenza e Trino Vercellese (Vc) e per il deposito nazionale di scorie radioattive la località di Garigliano a cavallo tra le province di Latina e Caserta.

Nella cartina nucleare ci sono anche: Monfalcone (Go), Chioggia (Ve), San Benedetto del Tronto (Ap), Scarlino (Gr), Borgo Sabotino (Lt), Termoli (Cb), Mola di Bari (Ba), Scansano Jonico (Mt), Oristano, Palma di Montechiaro (Ag).

«Il governo -spiega Angelo Bonelli, presidente dei Verdi – non ha avuto il coraggio di rivelare prima delle elezioni regionali i luoghi in cui verranno costruite le centrali» e in cui verranno «sprecati almeno 30 miliardi di euro dei contribuenti italiani».