“Berlusconi ci toccava il sedere. Ambra mi chiese: Dobbiamo darla?”

Pubblicato il 4 Novembre 2011 10:42 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 11:11

ROMA, 4 NOV – “Berlusconi e Fede raccontavano barzellette sconce. Le ragazze hanno cominciato a farsi baciare sui seni e a toccare nelle parti intime il premier. E poi è arrivato il momento del bunga  bunga”. Chiara Danese, 19 anni, di Gravellona Toce, paesino del Verbano, in Piemonte, è una delle ragazze che sostengono di aver partecipato alla cena di Arcore del 22 agosto del 2010, finita nel mirino dei magistrati dopo l’inchiesta sul caso Ruby.

In un’intervista a Spazio Pubblico, il programma di Miche Santoro, la giovane, aspirante presentatrice e Miss Italia, ha raccontato quanto sarebbe accaduto quella sera, a cui sarebbe stata invitata insieme alla sua amica Ambra Battilana grazie al loro agente Daniele Salemi.

Salemi avrebbe consigliato alle due ragazze di farsi ricevere dal direttore del Tg4 Emilio Fede, il quel le avrebbe accolte con entusiasmo. “Ci ha detto che eravamo bellissime, che andavamo benissimo per fare le meteorine”. Ma nessun provino. “Quella sera stessa ci ha invitate a cena all’hotel Bulgari di Milano. Fede si mostrava molto interessato al fatto che io sapessi fare i massaggi, e mi diceva che lui ne avrebbe avuto bisogno. Ad un certo punto mi ha fatta alzare in piedi e poi girare, tanto che mi è venuto anche il dubbio che dovessi fare la meteorina con il fondoschiena…. Mi sono sentita molto imbarazzata… Ma per me era un’occasione importante, cinquemila euro alla settimana sono tanti”.

Il giorno successivo Ambra e Chiara sarebbero state invitate ad una cena attraverso il loro agente. “Non sapevo di cosa si trattasse. mi era solo stato detto che lì avremmo incontrato chi ci avrebbe aiutate per il concorso di Miss Italia. Daniele Salemi ci ha accompagnate davanti a una villa e lì mi ha chiesto: Sai dove ti trovi? Ad Arcore. Ora mi vergogno, ma non sapevo cosa fosse Arcore”.

Sull’incontro con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Chiara racconta: “”Era in salone con un vassoio di anelli che lui diceva essere di Tiffany, ma che invece erano semplice bigiotteria. Il presidente del Consiglio era molto gentile”.

Gli altri ospiti erano “Nicole Minetti, Roberta Bonasia, le gemelle De Vivo e Marysthel Polanco. All’inizio sembrava tutto normale. Poi Berlusconi e Fede hanno cominciato a raccontare barzellette sconce e Fede ci dava le gomitate per farci ridere. Ad un certo punto il premier ha raccontato la barzelletta sul bunga bunga e si è fatto portare dal maggiordomo una statuetta con un pene enorme, invitando le ragazze a divertirsi. Le ragazze allora si sono alzate e hanno cominciato a farsi baciare i seni e a toccare Berlusconi nelle parti intime, mentre cantavano ‘Meno male che Silvio c’è’. Fede ci toccava le gambe. Poi è arrivato il momento del bunga bunga”, nella “sala con il palo per la lap dance”.

A quel punto Chiara si sarebbe sentita poco bene, avrebbe chiesto una camomilla e sarebbe poi stata accompagnata da Berlusconi a fare un giro della casa, insieme all’amica Ambra. “Mentre salivamo le scale il premier ci toccava il fondoschiena. Eravamo sempre più agitate. Ambra mi ha detto nell’orecchio: ‘Ma che vogliono. Dobbiamo darla?'”.

Poi i tre si sarebbero riuniti al resto del gruppo. “Siamo scesi in una stanza in cui c’era della musica alta e le altre ragazze ballavano seminude. Nicole Minetti si è spogliata del tutto, facendo dei movimenti davanti al premier e facendosi baciare”.

A quel punto Chiara avrebbe chiesto a Fede di andare via. Lui “era seccato. Ci ha detto: ‘Ok, ma scordatevi di fare Miss Italia e le meteorine'”.