Cicchitto: “Casini ci ripensi, così consegnerà il paese alla sinistra”

Pubblicato il 4 agosto 2012 18:58 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2012 20:10
Fabrizio Cicchitto

Fabrizio Cicchitto (LaPresse)

ROMA, 4 AGO – ”Casini, per un eccesso di tatticismo, rischia di consegnare l’Italia a questa sinistra contraddittoria e pasticciona assumendosi una grave responsabilità. Ci auguriamo che ci ripensi”. Lo dice il capogruppo Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto che sostiene: ”Casini e l’Udc avevano, e l’avrebbero tuttora, l’occasione di dar vita con il Pdl a una grande aggregazione moderata-riformista collegata lungo la linea del Ppe. Adesso Casini dichiara di scegliere una via diversa, del tutto tatticistica, quella di andare apparentemente da soli alle elezioni, ma con la preferenza per una successiva alleanza di governo con il Pd; ma l’alleanza con il Pd, stando proprio a Bersani, comporta anche una alleanza con la Sel. In sostanza un autentico pasticcio ma di fatto una scelta favorevole alla sinistra”.

La stessa scelta del Pd di allearsi con Sel, secondo Cicchitto può avere ”conseguenze devastanti sul nostro Paese vista la permanente gravità della situazione economica internazionale ” visto che Sel e l’Udc ”sul terreno del governo Monti e delle politiche economiche reali hanno finora espresso posizioni di segno opposto”. Come ”un coacervo di questo tipo possa assicurare una organica politica di governo è un mistero. Per di piu’ come testimonia la sua intervista a La Repubblica, non solo Vendola sfida Casini a liberarsi del liberismo, ma dichiara anche di voler recuperare al centrosinistra Di Pietro e l’Idv. Insomma – conclude Cicchitto – un pasticcio e un mistero”.