Cicchitto a Fini: “Ci dica se è ancora nel centrodestra”

Pubblicato il 3 Novembre 2010 9:12 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2010 9:21

Fabrizio Cicchitto

Fabrizio Cicchitto chiama Gianfranco Fini a una prova di responsabilità e di lealtà e, in un’intervista al Corriere della Sera, dice: ”Vogliamo sapere se il Fli si considera ancora nel centrodestra, se mantiene la scelta fatta un mese fa votando i cinque punti o se ha intenzione di intraprendere altre strade”. Cicchitto si augura che alla sua domanda segua una risposta positiva da parte del gruppo che fa capo al presidente della Camera, Gianfranco Fini e non condivide l’ipotesi dell’appoggio esterno, ”somiglia piu’ alla corda che regge l’impiccato che quella che serve a sostenere un governo” afferma.

In caso di allontanamento ulteriore di Fli dal governo, per Cicchitto sarebbe necessario tornare alle urne, ”perche’ qualunque strada diversa prevederebbe condizioni che non esistono. A partire dall’indisponibilita’ a far parte di un governo ‘tecnico’ delle due forze che hanno vinto le elezioni, il Pdl e la Lega”. Ed e’ esclusa anche l’ipotesi di un passo indietro del presidente del Consiglio, ”credo che sia inaccettabile – afferma Cicchitto – per tutti noi. Escludo che lo voglia la Lega ed escludo che lo auspichi qualcuno dei nostri. Perche’ tutti sono convinti che l’attuale quadro politico tiene solo se la leaderschip e’ quella di Berlusconi”.

Rispetto agli scandali che stanno interessando il premier negli ultimi giorni, Cicchitto riporta una parte della responsabilita’ ”ad una sinistra che dal ’68 ha sempre cavalcato le trasgressioni e che adesso vive in un’ossessione moralista e bacchettona”.