Cicchitto: “Monti deve ottenere un cambio di impostazione dall’Ue”

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 12:04 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 12:13

ROMA – ''Siamo certi che il Sen. Monti e' perfettamente cosciente del fatto che la sua missione non e' solo quella di fare manovre lacrime e sangue, ma anche di ottenere un cambio di impostazione nella politica europea perche' cio' e' funzionale non solo per la crescita dell'Italia, ma anche per il bene della stessa Germania e dell'Europa''.Lo dice il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto.

Aggiunge Cicchitto: ''La stessa esperienza finora fatta dal governo Monti dimostra che il problema non e' costituito solo dall'indebitamento dei singoli Paesi, ma anche dall'euro e dalla politica finora imposta all'Europa dalla Germania. Del resto in questi termini si e' espresso recentemente anche un grande statista tedesco come Helmut Schmidt, in un bellissimo discorso al recente congresso della SPD. Se dopo le dimissioni del Presidente Berlusconi, l'avvento del Sen.

Monti, sostenuto da una maggioranza parlamentare che comunque aldila' delle profonde differenze fra il PDL e il PD e' assai vasta e l'approvazione di una manovra durissima di oltre 30 miliardi, tuttavia ancora gli spread sono molto alti e la nostra borsa balla, come le borse di molti altri Paesi, allora cio' vuol dire che c'e' qualcosa che non funziona anche nell'euro, nei limiti della BCE, nel rifiuto di dar vita agli eurobond, nell'impostazione troppo unilaterale di una politica solo rigorista e deflazionista. Sappiamo anche che l'Italia ha sempre due punti deboli costituiti dall'alto debito e dalla bassa crescita e su questi due temi deve impegnarsi il governo''.