Cisl e Uil in piazza a Roma: “Siamo oltre 100 mila”

Pubblicato il 9 Ottobre 2010 11:31 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2010 11:31

Sono oltre 100mila a manifestare con Cisl e Uil, oggi in piazza a Roma, per chiedere al governo una riforma fiscale che alleggerisca i lavoratori dipendenti e pensionati. È una Piazza del Popolo gremita, dove sventolano le bandiere bianche e verdi della Cisl e azzure della Uil. “Più sostegno per famiglie, giovani, donne e immigrati”: è questo lo slogan scandito dagli striscioni dei manifestanti.

“È la prima volta che i sindacati manifestano per chiedere una riduzione delle tasse”, dice arrivando il leader della Uil, Luigi Angeletti, che non avverte la mancanza della Cgil, assente dalla piazza. “Noi- dice- vogliamo fare una trattativa e un accordo con il governo sulle tasse e non mi sembra che oggi la Cgil sia in condizione di voler fare accordi”.

La Cisl “ricucirà con la Cgil” quando il sindacato di Guglielmo Epifani «riconoscerà che il sindacato italiano è plurale e che il sindacato riformatore è la maggioranza» ha detto invece il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni. “È una piazza straordinaria – ha aggiunto , è l’Italia della responsabilità. E’ il modo migliore per rifiutare i violenti e per metterli all’angolo”.