Claudio Pedrazzini positivo: Coronavirus arriva in Parlamento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2020 8:09 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2020 8:22
Claudio Pedrazzini, primo parlamentare italiano (Gruppo Misto) positivo al Coronavirus

Claudio Pedrazzini, primo parlamentare italiano positivo al Coronavirus (foto Ansa)

ROMA – Primo parlamentare italiano positivo al Coronavirus (almeno che si sappia). Il deputato del gruppo Misto Claudio Pedrazzini è risultato positivo al test. Lo scrivono l’Ansa e anche le altre agenzie di stampa. Pedrazzini, deputato di Lodi, ad oggi risulta essere il primo parlamentare positivo al Coronavirus. E subito la Camera dei Deputati sta cercando di capire chi ha avuro rapporti stretti col deputato nelle scorse settimane per impedirgli di partecipare ai lavori parlamentari. 

I deputati che siedono negli scranni vicini a quelli di Pedrazzini sarebbero stati già informati perché possano prendere le dovute precauzioni. “Sto bene, ho solo qualche linea di febbre”. Così all’ANSA risponde il deputato del gruppo Misto.

Pedrazzini ha reso noto agli uffici di Montecitorio di essere stato trovato positivo al Covid 19. Immediatamente – scrive l’Ansa – la Camera si è messa in contatto con le autorità sanitarie e in base ai criteri stabiliti dal ministero della Salute, è stato individuato il perimetro di chi si può ritenere entrato in “contatto stretto” con il parlamentare. L’Autorità sanitaria è in contatto con queste persone, mentre la Camera ha comunicato ai deputati interessati che per loro non sarà possibile partecipare alla seduta di domani.

Coronavirus: morto a Piacenza consigliere comunale.

Nelio Pavesi, consigliere comunale di Piacenza della Lega, è morto all’ospedale dove era ricoverato da qualche giorno per aver contratto il Coronavirus. Aveva 68 anni.

Tra i primi iscritti del carroccio sul territorio nei primi anni 90, Pavesi era già stato consigliere tra il 1998 e il 2002 per la Lega Nord ed era poi tornato in Consiglio nel 2017 dopo la vittoria del centrodestra alle Amministrative. Nei giorni scorsi era stato ricoverato e le sue condizioni sono andate via via aggravandosi.

Maestro e docente di musica, pianista e grande appassionato di cultura, lascia la moglie e due figli. Era stato anche segretario cittadino della Lega Nord.

“La scomparsa di Nelio Pavesi – dice la sindaca Patrizia Barbieri – ci lascia attoniti, profondamente scossi. Oggi piangiamo non solo una figura istituzionale stimata per il suo impegno politico e culturale, ma un amico che ha sempre avuto il coraggio di essere trasparente e onesto nell’esprimere il proprio pensiero, leale e coerente nel difendere le sue idee”. (Fonte Ansa)