Scajola supplica Berlusconi: “Candidati e salva il Pdl”

Pubblicato il 15 agosto 2012 9:51 | Ultimo aggiornamento: 15 agosto 2012 9:52

Claudio Scajola (LaPresse)

ROMA – Silvio Berlusconi deve candidarsi per “salvare” il Pdl. E’ la richiesta di Claudio Scajola che intervistato dal Messaggero spiega: ”Il partito deve darsi una forte identità e cambiare nome. E a questo punto il candidato premier deve essere Berlusconi”.  Secondo Scajola”per unire e rendere il più possibile competitivo il Pdl, o quello che ne sarà, Berlusconi resta l’unico personaggio capace di motivare il nostro popolo”.

L’ex ministro invita quindi il Cavaliere a ricandidarsi, riconosce il suo passo indietro ”sofferto” fatto a novembre scorso e l’appello ”forte” rivolto a Casini per la nascita del partito dei moderati. Ma il leader dell’Udc, aggiunge, ”ha perso una grande opportunità e con lui l’abbiamo persa anche noi”.

A questo punto, sottolinea Scajola, ”Berlusconi ha il dovere di non disperdere il patrimonio che ha messo insieme. E, riveduto e corretto con un nuovo nome e un nuovo simbolo, tentare il rilancio del movimento in modo da presentarci con prospettive positive alle urne”.

Scajola non esclude una grande coalizione che nel dopo elezioni dia seguito all’agenda Monti: ”Se ad aprile dalle urne non uscira’ una maggioranza larga e omogenea capace di governare l’emergenza economica, le forze politiche responsabili dovranno difendere l’interesse del Paese come hanno fatto negli ultimi mesi”, dice. ”Indispensabile” una nuova legge elettorale..